Un’estate Pop (e non solo)
Un’estate Pop (e non solo)

Piazza del Duomo e complesso di Sant’Agostino a Pietrasanta, estate 2021
 

Il volto di Maurizio Cattelan, che si affaccia da un water-closet dorato, racchiuso in una cabina trasparente; l’Uomo Ragno, con tanto di passeggino, occupato da un piccolo Uomo Ragno, accanto ai quali cammina una Wonder Woman, dal fisico appesantito; una gigantesca (8,5 metri di lunghezza) banana blu, realizzati in bronzo, marmo e resina da Giuseppe Veneziano,  presso i laboratori artigianali locali, sono alcuni degli emblemi delle esposizioni estive del 2021 in Piazza del Duomo e nel complesso di Sant’Agostino a Pietrasanta.
La chiave ironica e dissacratoria di Veneziano, è ben evidenziata dalle sculture, a grandezza naturale e senza piedistallo, che, come fossero normali cittadini, invadono il centro storico della cittadina versiliese, fra le quali Biancaneve, con ancora in mano la pistola con cui ha appena ucciso uno dei sette nani, che giace in una pozza di sangue; Papa Francesco, intento a destreggiarsi su uno skateboard all’estremità superiore della scalinata della Chiesa di Sant’Agostino; Pinocchio, appeso ai fili, come una marionetta, tenuti in mano da una statua dell’antichità; Dante Alighieri, assorto a lavorare con un personal computer; e “The Blue Banana”, che dà il titolo alla mostra, che - stavolta posizionata su un basamento marmoreo -  troneggia nel simboleggiare la dimensione economico finanziaria dell’Europa occidentale, costituita dalle grandi capitali politiche, che delineano una megalopoli individuando un’area produttiva, che assume la forma di una banana, riconoscibile nel “blue” dell’Unione Europea, cui si affianca il riferimento artistico a una delle icone della Pop Art di Andy Warhol.
L’autore, esponente della “New Pop italiana”, è presente anche con i suoi dipinti nella mostra collettiva di pittura in Sant’Agostino, insieme ad altri artisti facenti parte del progetto “Italian Nebrow” (un neologismo anglosassone che si frappone fra i termini “lowbrow” e “highbrow”, che stigmatizza l’opposizione tra un’arte popolare e un’arte colta): Silvia Argiolas, Vanni Cuoghi, Paolo De Biasi, Fulvia Mendini, Laurina Paperina e Giuliano Sale, accomunati da una ricerca che attinge a differenti fonti iconografiche ed ai linguaggi della cultura alta o popolare.
Dai suddetti richiami, derivano espressioni formali assai diversificate: prettamente grafiche e cromaticamente fumettistiche (Paperina); contraddistinte da campiture nette, piatte e precise (Mendini); plurime impalcature architettoniche ed oggettuali (De Biasi) o scenografiche, fantastiche e/o inquietanti (Cuoghi); volti o parti di corpi monumentali, in dissolvimento, variamente riassemblati (Sale); immagini polverose nel segno della marginalità sociale (Argiolas).
Ma le sorprese non finiscono qui!
Infatti, accanto al Duomo di Pietrasanta e alla splendida torre campanaria in laterizio, si erge, imponente (5,4 metri di altezza), con tutta la sua forza, la figura di Mr. Arbitrium, l’ultimo personaggio creato dall’inventiva dello scultore Emanuele Giannelli, che, dopo aver fatto bella mostra di sé al Palazzo Mediceo di Seravezza, si confronta, adesso, con l’edificio religioso pietrasantino, intento a sorreggerlo o a sospingerlo, per farci riflettere, come sottolinea l’autore, su temi di stringente attualità, in particolare sui cambiamenti sempre più veloci ed ossessivi dei nostri tempi.
Tra questi, il dilemma fra il conservare le nostre tradizioni civili e religiose e la cultura del passato, rappresentate dalla struttura, perciò da sostenere, o la decisione di superarle, respingendo la nostra storia e la nostra cultura di uomini occidentali, spingendo via l’architettura che le incarna.
La collocazione del gigante di Giannelli e delle sculture di Veneziano in uno spazio esterno, aperto a tutti, diventa comunicazione sociale e confronto col pubblico, non solo con quello specialistico degli addetti ai lavori, occasione di riflessioni ed interrogativi sul fare artistico.
Luigi Meucci Carlevaro

 

Clicca sulle miniature per aprire l'ingrandimento


VERSILIA CASA
agenzia immobiliare

Accesso Area Riservata

Via Mazzini, 57
55045 Pietrasanta (LU)
P.IVA 01557030465
C.F. CPT MSM 60T31 G702A
Privacy e Cookie
Preferenze Cookie

Massimiliano Cupiti +39 333 10 89 478
Tecla Garbati +39 347 90 89 677